26/06/13

Ridere ancora come folli, ebbre di vita...


Era faticosa nelle sue argomentazioni, a volte, ma la sua volontà di rendere comprensibili le cose più complesse, insieme alla sua inclinazione serena al casino e al lasciarsi andare all'imprevisto - a vivere malgrado la sofferenza che si poteva provare per ragioni, come nel suo caso, anche molto concrete - ti facevano venire voglia di cercare lo stesso di starci dentro. E giocare con lei.

Così che in questo momento, mentre scrivo con le lacrime agli occhi, rido da sola come una scema, immaginando lei stessa ridere: cercando senza trovarla una immagine che accompagni questo post, ho appena scoperto che XTC non è solo il sinonimo di 'ecstasy' (che mi sembrava essere la sua attitudine verso la vita), ma anche il codice che identifica nell'Atlante Linguistico Mondiale la lingua katcha-kadugli-miri parlata da 74.000 persone in Sudan.
Voglio dire: la lingua katcha-kadugli-miri! Come può essermi sfuggita per tutto questo tempo?! :-P

Mi è stato detto che da qualche parte, in Estremo Oriente, le pagine html non più aggiornate, così come quelle che vengono cancellate riportando quando le raggiungi la scritta "404 File Not Found", sono oggetto di preghiera da parte di monaci buddhisti, in quanto rientrate a fare parte del tutto.

Te ne sei andata, e con te sono andate le tue parole. E io che non credo e non prego, però non dimentico - e vorrei poterti ancora esprimere per un'ultima volta tutta la mia gratitudine per esserci stata, per un po', nella mia vita, a ridere e sorridere insieme.