11/03/11

Prendersi cura di sé (per godere maggiormente del proprio corpo dopo...)

Da un paio d’anni, in primavera, Minerva si prende cura di sé mettendosi per così dire a ‘dieta’ per un po’ di tempo, complice in questo sforzo (che poi sforzo non è) la sua amica Brigida Marovelli – antropologa del cibo, insegnante di Shiatsu, nonché psicologa con formazione in antropologia medica. Come Brigida stessa avverte, lei non è una nutrizionista, bensì una godereccia che approfondisce temi legati all’alimentazione e alla salute sempre nell’ottica del massimo piacere che qualsiasi cosa possa offrire alla mente e al corpo.

Minerva, appunto, segue le indicazioni della sua amica, e ha notato che in effetti, dopo la cura, qualsiasi cosa riprenda a mangiare e bere ha sapore più profondo e intenso. Ragion per cui stavolta, con chiaramente tutti i disclaimer del caso (se uno ha problemi di salute già di suo non la deve fare e deve piuttosto rivolgersi al proprio medico), socializza tali informazioni con voi.

Quanto segue è la mia riscrittura delle note di Brigida, da lei stessa poi riveduta e corretta. Per amor di attribuzione autorale (siamo ricercatrici, noi ci facciamo sempre questi piccoli doverosi problemi!), tutto il testo che segue è suo tranne l’ultimo paragrafo, nuovamente mio.


DIETA DISINTOSSICANTE DI PRIMAVERA!

Innanzitutto questa dieta non è destinata a perdere peso. I discorsi mediatici contro l’obesità e a favore della magrezza sono talvolta fuorvianti, perché spesso privilegiano la dimensione dell’immagine rispetto a quella della salute. Un corpo sano, pure un po’ rotondetto, che se la gode insieme alla mente, non è una tragedia, tutt’altro! Ciò che è importante, in sintesi, è il felice rapporto tra corpo e mente, il curare se stessi e la propria salute, e lo stabilire un buon rapporto con ciò che introduciamo nel nostro stomaco e nelle nostre vite ;-)

Disintossicarsi/depurarsi è un modo per diventare consapevoli di come si mangia, di cosa abbiamo bisogno, e di come funziona il nostro corpo. Non è una punizione, perché l'energia che verrà dopo vi ripagherà. Ed è una buona occasione per riscoprire la nostra capacità gustativa e per godere del cibo – ché a volte abbiamo bisogno di ‘reimpostare’ il nostro corpo, per iniziare a goderne di nuovo. Per reimpostare il proprio corpo non è però necessario morire di fame o digiunare! Piuttosto si tratta di mangiare tutto quello che può aiutarci a ‘ripulire il sistema’. E avendo il corpo bisogno di carboidrati, proteine e grassi, questa dieta li contiene tutti.

Infine, se non avete mai provato una dieta disintossicate/depurativa, dovete stare attenti (anche se siete di ‘sana e robusta costituzione’): le tossine non sono proprio entusiaste di uscire dal corpo. La prima volta conviene farlo in modo graduale e più a lungo cominciando con l’escludere – degli alimenti indicati come ‘vietati’ – quelli che già normalmente non mangiamo spesso.
Ci potrebbero anche essere spiacevoli effetti del processo di disintossicazione/depurazione, come mal di testa, diarrea, problemi di pelle ecc. Questo è normale, ma se diventano eccessivi è meglio rallentare un po’, e per esempio ridurre la tisana prevista assumendola solo una volta al giorno.


NO! NO! NO!
  • Recatevi in un’erboristeria e chiedete una tisana depurativa. Si può iniziare con l’ortica da sola in infuso, per poi passare ad una tisana più complessa. Vanno bene carciofo, tarassaco, cardo mariano, bardana (se ci sono problemi di pelle), betulla e equiseto (se si soffre di ritenzione idrica), trifoglio, rabarbaro. O chiedete consiglio all’erborista. Bevete tale tè come prima cosa la mattina e dopo pranzo.
  • Si potrebbero anche prendere compresse disintossicanti, ma bevendo ci si toglie meglio le tossine di torno!
  • Niente zucchero (se si è dipendenti iniziate a diminuire tutti i prodotti che contengono zucchero – controllate gli ingredienti di biscotti, pane, ecc.) o usate al limite zucchero di canna grezzo
  • Il caffè…. noooo!!! Ok, riusciamo a vedere le vostre facce! Il caffè del mattino, caffè e sigaretta, un caffè corretto in un bar… Non è che dovete rinunciarvi per tutta la vita – e poi, se davvero siete caffè dipendenti, diminuitene la dose giornaliera! ;-)
  • Niente tè nero, né cioccolato
  • Nessun prodotto lattiero-caseario (e qui Brigida sogna oceani di formaggio in cui nuotare)
  • Nessuna scatola, surgelati, imballati, prodotti alimentari industriali
  • Niente alcool!
  • Nessun cibo fritto in olio
  • Niente salumi o insaccati vari
  • Niente carne rossa – se proprio non se ne può fare a meno, provare a comprarla bio.
Può sembrare molto rigorosa, soprattutto visto che deve durare 4 settimane! Si può iniziare col fare una settimana se si pensa che 4 siano troppo difficili. Altrimenti si può iniziare gradualmente, per esempio rinunciando a zucchero e prodotti alimentari industriali per la prima settimana, poi i prodotti lattiero-caseari e alcool la seconda settimana, aggiungendo qualcosa ogni settimana per 4 settimane. Il vostro obiettivo può essere raggiunto la quarta settimana.

Se si scopre che non si può vivere senza zucchero, caffè o cioccolata, significa che siete dipendenti da queste sostanze. Ognuno ha le proprie dipendenze, per Minerva (piemontese) e Brigida (toscana) queste sono il vino rosso e il formaggio. Ma dopo un paio di settimane senza assumerli, li si assapora con mooooolto più piacere!


Sì! Sì! Sì!
  • Mangiate verde! Il verde è il colore della primavera, è il colore che aiuta il fegato per essere purificati! Tutte le verdure sono utili durante la disintossicazione! Abbondate di cicoria, misticanza, erbe selvatiche, spinaci freschi, rucola
  • Mangiate colorato! Frutta e verdura, ricchi di minerali, vitamine, fibra! Mangiate frutta e verdura di stagione (meglio se locali, a chilometro zero e bio) Bevete molta acqua e tisane! Aiuterà le tossine a nuotare via ;-)
  • Godetevi tutto il pane di grano, cereali o pasta meglio se integrali (kamut, farro) per aiutare l’intestino a liberarsi delle tossine
  • Includete i grassi “buoni”: l’olio extra-vergine di oliva, olio di semi di lino, semi di lino, mandorle, noci, semi di girasole, semi di zucca, e avocado. Contengono grassi essenziali, buoni per la vostra pelle, unghie, capelli! 
  • Mangiate pesce (se ve lo potete permettere o se vivete sul mare dove è conveniente!)
  • Mangiate legumi! Sono economici e versatili! Fagioli, lenticchie, ceci! Cucinateli con rosmarino, semi di finocchio, foglie di alloro, cumino in base alle ricette (cumino e rosmarino, in particolare, hanno potere carminativo - ovvero non vi fanno gonfiare la pancia come un palloncino)!!
  • Introducete alternative alla carne o di altre proteine nella vostra dieta, come il seitan o la soia
  • Infine, usate le erbe officinali, dalla menta al rosmarino, dal timo alla maggiorana: danno più sapore alle ricette e aiutano stomaco e intestino.
Ovviamente chi ha problemi di allergie e intolleranze modificherà la dieta escludendo ciò che gli fa male.

Ecco: se farete questa dieta per 4 settimane niente miracoli, ma sicuramente eliminerete gran parte delle tossine, recupererete energie e vi sentirete più ‘carichi’ perché il corpo dovrà faticare meno per metabolizzare le schifezze da junk food, così come a livello psicologico trarrete il beneficio – assolutamente da non sottovalutare – della consapevolezza che state prendendovi cura di voi stessi e della vostra salute ;-)

Quando poi berrete il primo bicchiere di vino rosso e mangerete il primo pezzo di formaggio dopo un mese di astinenza da entrambi – beh… il gusto che assaporerete in bocca, nel palato e sulla lingua sarà così rotondo e pieno da produrvi almeno un orgasmo gastroenterico.
Anzi, a dire la verità, l’anno scorso Minerva è tornata ai propri vizi con un bicchiere della sua amatissima Lacrima di Morro mentre si gustava una fetta di Castelmagno – e… ahem… il piacere non è solo stato gastroenterico, eheh! :-D


15 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Uhm ci vuole della volontà per mettersi a dieta. La mia volontà mi spinge verso il cioccolato.

MrJamesFord ha detto...

Credo non potrò mai davvero depurarmi.
In fondo, la mia dieta e la mia filosofia impongono di attingere e godere di tutto.
E poi... Niente alcool!?!?!
Fantascienza! :)

Minerva Jones ha detto...

Ehi, voi due, si tratta solo di un mese - e dopo non vi dico che sapore hanno le cose! ;-)
Comunque la salute, miei cari, è vostra, il piacere anche - io non ho la coazione a ripetere, sono per le esplosioni di piacere in atto unico :-D

Blog Surfer ha detto...

un mese??????
io resisterei al massimo un giorno...ho la forza di volonta' di un criceto e sono un golosastro ..

Amore_immaginato ha detto...

No, decisamente non fa per me.
Io e il mio corpo riusciamo a vivere in discreta sintonia, solo se lo vizio con la nutella e le porcate.

Minerva Jones ha detto...

Me lo immaginavo che non vi avrebbe coinvolto, ma essendo una strategia che serve per poi godersi meglio le cose che si assaporano, e per avere più energie, io l'ho condivisa lo stesso ;-)

MrJamesFord ha detto...

Minerva, hai fatto bene a condividere.
E ti dico da persona tendenzialmente di forte volontà che amo troppo i piaceri del cibo e della bevuta - come tanti altri, del resto - per poterci rinunciare a cuor leggero.
L'unica soluzione possibile sarebbe trovare uno scopo più alto capace di convincermi a rinunciarci anche solo per un mese. ;)

Minerva Jones ha detto...

@ MrJamesFord: il piacere! quello è lo scopo più alto! D'altronde, quando hai astinenza da qualcosa e non te la permetti continuativamente fino a renderla noiosa assuefazione, la volta che te la riconcedi non la godi molto di più? ;-)

fragolina ha detto...

concordo con te ..... anche io ogni tanto faccio una dieta disintossicante... ci vuole...
nel mio caso direi che passato qst brutto momento ,fragolina si merita proprio una vacanza rilassante e rigenerante,mi accontento anche di un weekend in un centro benessere....ne ho proprio bisogno.....
ti abbraccio cara

angie ha detto...

più o meno è quello che io faccio sempre a parte... i dolci: la mia droga!
(p.s.: dalla premessa mi immaginavo sacrifici tipo l'urinoterapia)

MrJamesFord ha detto...

Minerva, sicuramente da un lato hai ragione.
Ma che succede se io quel qualcosa me lo godo tantissimo ogni volta? ;)
Ad ogni modo, interessante discussione, questa.
Muchas gracias.

Minerva Jones ha detto...

@ fragolina: ti auguro davvero di trovare il modo per goderti un ottimo weekend come deisderi, allora! :-)

@ angie: il tuo pensiero sulla premessa mi ha agghiacciato :-D mi fa schifo la sola idea, per carità!

@ MrJamesFord: ok, ok, non è mia intenzione convincerti del contrario ;-) goditela!!! :-)

sassicaia molotov ha detto...

Non vedo riferimenti al bloody mary.
Questo mi piace.

marginalia ha detto...

Leggo il post in ritardo ma cercherò di ricordarmene la prossima primavera ;-)

Queen B ♛ ha detto...

in effetti è più o meno l'idea che avevo io, che ho già messo in pratica in passato, con pregevoli risultati, grazie per la segnalazione cara ;)