17/07/13

Amanda Palmer, variazioni sul monte di Venere, e la stupida morbosità dei nostri tempi

Amanda Palmer è una cantante, compositrice e performer americana. Il 28 giugno scorso si è esibita al festival annuale di Glastonbury, in Inghilterra, e mentre cantava il reggiseno casualmente ha fatto intravedere un seno. Cielo, che scandalo! La pruriginosa rivista inglese Daily Mail ha pubblicato subito uno scoop con la fotografia osé, titolandola con un gioco di parole che rimanda all’idea del 'fare la figura di una scema' e - senza accennare alla musica dell’artista - l'articolo ha sviluppato tutto un discorso sull'orrore di quella parte del corpo di Amanda esposta al pubblico ludibrio (ed evidentemente alla pubblica ipocrisia dei lettori voyeuristi della testata) e, di già che c’era, ha pure buttato lì che la cantante sarebbe bisessuale.
Venerdì scorso 12 luglio, Amanda Palmer scrive allora di risposta una lettera aperta al Daily Mail, ma invece di inviarla in forma tradizionale ne fa canzone e la canta, indossando un kimono, durante un concerto alla Roundhouse di Londra. A metà di questa sua performance, riprendendo l’immagine usata dal tabloid della 'tetta che scappa dal reggiseno', canta ridendo “OH NO! Sento che adesso tutto il corpo mi sta scappando dal kimono!”, mentre si toglie il kimono restando completamente nuda davanti alla tastiera, e continuando a cantare l’altra metà della canzone così (il video è più avanti in questo post, insieme a un altro pezzo realizzato in precedenza dalla Palmer parimenti brillante!).

Caro daily mail,
Sono venuta a conoscenza recentemente
Del fatto che la mia esibizione al festival di Glastonbury è stata da voi gentilmente menzionata.
Lì sul palco facevo una serie di cose tra le quali persino cantare canzoni (come di solito si fa…)
Ma questo avete deciso di tralasciarlo e invece avete fatto un servizio speciale sulla mia tetta.
Caro daily mail,
Esiste una cosa che si chiama motore di ricerca: usatelo!
Se aveste cercato prima le mie tette su google, avreste scoperto che le vostre foto non sono certo un’esclusiva.
Inoltre affermate che il seno mi è scappato dal reggiseno come un ladro in fuga
Come fate a sapere che non stava tentando di prendere un po’ del vostro RARO sole inglese? 
Caro daily mail,
È così triste quello che fate voi tabloid,
Il vostro sforzo per svilire l’immagine delle donne rovina tutta la nostra specie umana.
Ma un fogliaccio è un fogliaccio e lungi da me andare in giro a censurare qualcuno!
OH NO…! sento che adesso tutto il corpo mi sta scappando dal kimono…! 
Caro daily mail,
Massa di deficienti misogini,
Sono stanca di pance ingrassate dalla gravidanza, sbirciatine alla figa, pieghe di carne nei jeans stretti
Dove sono i CAZZI che fanno notizia?
Quando Iggy, Jagger o Bowie vanno in giro in topless non fa notizia
Bla bla bla femminista bla bla bla solite stronzate sul genere bla bla bla
Oh mio dio! Un capezzolo!
Caro daily mail,
Non farete mai nessun articolo su questa serata,
Lo so, perché vi ho chiamato in causa direttamente e ora per voi non ci sarà più gusto ad attaccarmi
Ma grazie ad internet la gente in tutto il mondo può godersi questo discorso
In sintonia con un gruppo di spettatori qui a Londra che non si bevono la propaganda come la vostra
Anche se ci sono milioni di persone che accettano il divieto culturale come lo ponete voi
Ce ne sono moltissime altre che sono perfettamente disposte a vedere i seni nel loro habitat naturale
Resto in trepidante attesa dei vostri colti servizi giornalistici sulle prossime date del tour
Caro daily mail,
fottiti.



Amanda era già l'autrice del pezzo The Map of Tasmania (isola australiana la cui forma triangolare ricorda il monte di Venere), che attacca con feroce ironia i tabù sul pube femminile.



4 commenti:

Charlie Brown ha detto...

Difficilmente scriveranno di una donna che ha tirato fuori le palle

Grandissima !!!

Gio ha detto...

La stampa qui e' indecenza allo stato puro.
Scandali, plastiche sfuggete al controllo del chirurgo, royal cazzi ... Dio che nausea!

Ciao amica mia :-)

Gio

kermitilrospo ha detto...

se penso che la stampa inglese è comunque più credibile di quella italiana......

Minerva ha detto...

@Charlie: no, quelli non ne scriveranno, in compenso questi video stanno girando parecchio in rete ;-)

@Gio: non credere che in Italia sia meglio, qui affossano le informazioni iportanti con le menate.

@kermit: già. Inquietante, nevvero?