24/10/12

Dada esercizi

"Il dadaista inventava gli scherzi per togliere il sonno alla borghesia,
il dadaista comunicava alla borghesia un senso di confusione e un brontolio distante e potente
tanto che i suoi campanelli cominciavano a ronzare,
le sue casseforti ad asciugarsi
e i suoi amori scoppiavano in bollicine" (Jean Arp)



Attuo spesso questo genere di provocazioni io stessa. Credo che queste piccole, assurde sollecitazioni provochino dei micro-corticircuiti nella realtà altrui che magari può indurli a riflettere sulla ripetitività a volte maniacale e insensata della propria vita quotidiana, e forse invogliarli a cambiare qualcosa per rinconquistare un po' di leggerezza, creatività e possibilità di benessere o addirittura felicità.

In realtà sono proprio sempre anche alla ricerca di giochi che facciano saltare l'abituale percezione e ritmo delle nostre giornate.
Voi ne avete fatti o ne fate? Come movimentate con trovate assurde le vite altrui?



5 commenti:

OrsaBIpolare ha detto...

Ho fatto un esercizio simile proprio adesso.
Non avrò movimentato le vite altrui, ma ho dimostrato che con un po' di fantasia ci si può perculare ;)

:*

Cri ha detto...

A me ne verrebbero continuamente, sono anarchica, insofferente a qualsiasi ordine costituito, e riesco ad offendere efficacemente con la potentissima arma della fantasia. Fossi solo meno inibita! Ma ci sto lavorando ;)
Che ho fatto di dada? Un sacco di cose, anche minime, talmente spontanee che nemmeno mi son sembrate tali, e neanche mi ricordo più... Da oggi in poi ci farò attenzione :)

Ernest ha detto...

io cerco di dare risposte assurde... la cosa buffa è che molti le ritengono normali.

Minerva ha detto...

@Orsetta: letto e commentato, piccolo genio del male che non sei altro! :D

@Cri: ebbasta con le inibizioni!!!

@Ernest: capisco. Tragedia.

Mauro ha detto...

mi spiace, ma non trovo giusto prendere in giro le persone.








;)