12/01/12

Dipingere con la macchina da scrivere

La vostra Minerva è tornata dalle vacanze, ma i tanti lavori che (per fortuna!) stanno impegnandola la terranno assente da una frequentazione assidua di questi lidi ancora per un po'. In particolare, la sottoscritta è impegnata nella redazione di suoi testi e naturalmente nel tentativo di concretizzare le sue solite assurde idee - ragion per cui è spesso davanti alla macchina da scrivere ooops, pardon, computer.
Così la pensa pure la sua cara amica Elena, che l'ha omaggiata su facebook con l'immagine qui a fianco che la ritrae al lavoro e che Minerva ringrazia con questo post dedicato a un'artista che dipinge con la macchina da scrivere.

Keira Rathborn è una 28enne illustratrice inglese che nel 2003 acquista in un mercatino una macchina da scrivere old style di seconda mano, ed è proprio da quel momento che scopre la sua vocazione. Scoprendo a poco a poco i caratteri e verificando la loro combinazione, comincia a dare forma a paesaggi e ritratti.

Di seguito vi anticipo due immagini, ma vi invito ad andarne a scoprire altre e a leggere di lei sul suo blog :-)

6 commenti:

Ernest ha detto...

Non ho parole, una meraviglia! Grazie davvero!

Ginevra ha detto...

Che ingegno! Belle le immagini, sia quelle di Keira Rathborn che della sensualissima e deliziosissima Elena.
:-)

mark ha detto...

Cerco di immaginare le modalita di esecuzione...sono convinto che l'osservatore può condizionare il risultato...il mio risultato è E = spettacolo 2

FrammentAria ha detto...

Ma tutte tu le trovi! sei una fonte inesauribile di stupore. Grazie cara! la Keira è incredibile. E che dire della Elena?? (anche se me la ricordavo un po' diversa:))) Straripa sensualità da tutti i tasti! spero solo che il tipo là dietro non sia suo marito :)

Elena ha detto...

Ma guarda te che banda, le Minervagirls!
Sì, l'immagine è strepitosa e l'ho immediatamente associata a Minerva che HO l'ONORE di conoscere PERSONALMENTE (eh sì, cari maschietti!). Me la ricorda molto, sono certa che anche lei abbia un maggiordomo che le sostituisce la carta e sono strasicura di averle visto addosso un paio di scarpe come quelle! In quanto all'artista scoperta per noi da Minerva non ho parole!

Minerva ha detto...

Ben tre mie girls, qui, che incanto!!! :-)))
Però, mie care, non è difficile trovare artiste/i interessanti da segnalare ora che c'è internet e quindi sono un po' più visibili quelle persone talentuose che in passato sarebbero altrimenti rimaste sconosciute.

Ed Elena ha ragione: le scarpe che uso io sono reperibili solo in negozi vintage, così come ho un maggiordomo (al momento in vacanza: la meritava, povero caro!) ma col pc le pagine si possano strappare solo dopo averle stampate - ragion per cui mi tengo l'isteria quando, per qualsivoglia ragione, ce l'ho. Ah, che bella che era la cara, vecchia, macchina da scrivere! :-)

Un bacio, mie adorate Elena, Aria e Ginevra :-)