10/08/11

Dove diavolo è... da un viral video l'ispirazione per una campagna sociale a Napoli












Vi sono alcuni video, che circolano in rete, i quali a un certo punto diventano 'virali' - ovvero acquisiscono un grandissimo successo di pubblico sebbene l'idea iniziale sia magari semplice, artigianale, talvolta goffa e non pensata per finalità di marketing o spettacolari.
Tra questi, uno che ha incantato il mondo per la delicatezza e la spontaneità è quello del 2008 che segue, in cui Matt Harding è ritratto mentre 'danza' in diverse parti del mondo, a un certo punto coinvolgendo persone del luogo a farlo con lui. Ovviamente Minerva ogni volta che lo vede metterebbe all'istante lo zaino in spalla e andrebbe - memore di tante avventure e occasioni di felicità che le hanno dato nella vita incontri casuali in ogni angolo del mondo.




Musica commovente, posti incantevoli, simpatia del personaggio: tutto lascia pensare a un fake perfettamente riuscito, dato che con YouTube e Vimeo il videoclip viene visto a oggi da 37.000.000 di spettatori solo su YouTube. E se non fosse così, come di fatto non lo è, dal 2° e 3° video (al primo realizzato spontaneamente se ne aggiungeranno, visto il successo di pubblico, altri due sponsorizzati da diversi soggetti privati) si può parlare di un'ottima operazione di marketing, che darà luogo a un sito nel quale potete seguire dove diavolo sia Matt.

E da qui alcuni ragazzi napoletani The Jackal, invero già attivi da tempo nella comunicazione audiovisiva e sociale con tenacia e sarcasmo (si vedano i video 30 Denari e Mission: Facebook), hanno ripreso idea e musica per una campagna di sensibilizzazione a riciclare i rifiuti a Napoli, un problema gravissimo cui tutti possono però cominciare a porre rimedio.
Di seguito il risultato e un'esortazione a tutti noi: guardiamoci sempre intorno, a ciò che fanno gli altri - l'ispirazione per la nostra medesima creatività ed espressione di noi stessi in questo mondo, e per un cambiamento in cui stare bene insieme e in mezzo agli altri, parte anche da quanto siamo curiosi e disponibili a guardare e ascoltare ciò che accade fuori di noi.



3 commenti:

Notizie del Futuro ha detto...

Da napoletano mi sembra un'idea geniale...

Mi vado a vedere qualche altro lavoro di questi tipi...

Marisa ha detto...

Sbaglio o manca l'Italia nel viaggio di Matt Harding?
Conoscevo il video che trovo molto carino ma quello su Napoli è stupendo!

sqwerez ha detto...

quasi quasi comincio a farlo anche io...