11/01/11

Suoni semplici per piccole composizioni leggiadre

Tornata riposata dalle vacanze, avevo piacere di cominciare l’anno proponendovi qualcosa di leggero e gradevole come primo post, ma non riuscivo a trovare nulla di adatto finché non sono incappata in questo.

Per creare le vostre ‘composizioni’ basta cliccare qui, raggiungere lo strumento Tonematrix di André Michelle – tecnico audio che sul proprio sito raccoglie una serie di applicazioni da lui create – e cominciare a selezionare quadratini (= note) a vostra scelta. Questi, uno dopo l’altro, daranno origine alla vostra sequenza (= composizione) sonora e visiva che verrà suonata in loop.

Giochino facile e forse un po’ ipnotico, nel provare composizioni diverse ho ritrovato sonorità che associo nella memoria alle improvvisazioni di un’amica kenyota quando mi mostrava anni orsono come si suonasse la m’bira, così come altre che mi hanno riportato al Ryuichi Sakamoto di 1000 Knives (di cui vi ho trovato una esecuzione che, pur se recente, a me è piaciuta molto).

Buona sperimentazione a voi - spero il gioco vi diverta così come nella sua assoluta semplicità ha allietato me.

7 commenti:

Lazlo ha detto...

Mi piace molto questa tua leggerezza. E trovo azzeccata la scelta del video di Sakamoto, che adoro proprio per la sua leggerezza. Una leggerezza fatta di mille foglie che creano uno spessore infinito.
Il giochino poi, è divertente. In realtà è uno strumento vero e proprio (lo sapevi?). Viene usato da un sacco di artisti elettronici. E riproduce una infinità di suoni che si possono combinare in sequenze stile mantra. Ipnotiche e leggere, appunto.
Mi hai alleggerito stasera, e di questo te ne sono grato. Un bacio, a presto Minerva.

Venerdi Sushi ha detto...

Non sono tipo da giochini (faccio solo cose serie io... ahahhah) ma la scelta musicale l'ho davvero gradita. complimenti.

Dea ha detto...

non è cosa per me.
di così sgradevole animo, sti giorni.
bello il pezzo. la musica si, va sempre ascoltata.
ciao mia cara Minerva.

Minerva Jones ha detto...

@ Lazlo: Amo molto Sakamoto, accompagna la mia vita da tantissimi anni. In particolare mi piacciono le composizioni per pianoforte, e la lettura della sua biografia-intervista a cura di Massimo Milano è stata davvero illuminante sul tema del ritmo e della tensione musicale.
Non sapevo che questo gioco fosse uno strumento vero e proprio. A me è piaciuto perché per caso mi ha generato sequenze gradevoli, e per altre sensazioni che non ho ancora ben messo a fuoco (ma lo farò, lo farò!).

@ Venerdì Sushi: Immaginavo non fossi tipo da giochini (non da questi giochini, almeno!), ma mi ha fatto piacere ti sia piaciuta la proposta musicale. Alcune composizioni di questo mio amato artista sono davvero potenti, oltre che evocative, e talvolta accompagnano film intensi come "Merry Christmas Mr. Lawrence". Un ascolto che vale sempre la pena - penso.

Minerva Jones ha detto...

Dea, tesoro, ti auguro di uscire presto da questo periodo duro - sei troppo bella per concedere a chiunque o a qualsiasi cosa di rovinarti anche solo un'ora della tua vita. Bacio ;-)

intherainbow ha detto...

Bel modo di iniziare il nuovo anno!! Bella musica rilassante e vivace al tempo stesso!!
Ciaooo Minerva

BellaDiGiorno ha detto...

fighissimo!