12/02/14

"Sono un ribelle, mamma": no, eri una bella persona, e un vero artista...

Negli ultimi anni la cantavamo in coro ai suoi concerti prendendoci in giro da soli per sentire parte dei contenuti di quella nostra adolescenza ancora così vicini - noi che con quelle parole e con quel modo di sentire, comportarci, protestare, rovinarci, ridere e darci da fare di nuovo eravamo cresciuti.
Quante litigate ho fatto per andare in giro con magliette strappate, per non indossare sciarpe o non abbottonare i cappotti d'inverno. Quante volte ho detto a mio padre di non preoccuparsi per me che sarei tornata il giorno dopo, e d'andare a dormire tranquillo pur s'ero in posti che lo inquietavano - perché ero una ribelle! :-D

Roberto "Freak" Antoni componeva anche poesie meravigliose, che solo una persona con una sensibilità notevole come la sua poteva elaborare - lui così acuto da essere tragicamente disadatto/disadattato/disattabile come sono coloro che amo.
Due volte sbattei quasi contro di lui mentre saliva sul palco in due occasioni diverse nelle quali avrebbero suonato gli Skiantos. E due volte incrociai il suo sguardo - tristissimo, disorientato, e ovviamente strafatto. Una fragilità e una bellezza immensa emanavano dalla sua persona.
Con molto amore, vi lascio i seguenti video e penso dolcemente a lui - sperando che abbia trovato finalmente il posto in cui pacare il dolore che ha accompagnato la sua intera vita.








7 commenti:

Granduca di Moletania ha detto...

Sono abbastanza maturo e romagnolo per ricordarmi i primissimi tempi degli Skiantos: le prime registrazioni in cassetta, la Harpo's Bazar Records, i manifesti sui muri, le rime più assurde.

A quei tempi Bologna mi sembrava Londra. E oggi sono triste. Cazzo, se sono triste.

Ti abbraccio, fratello. E se ti capita, salutami il Paz.

Minerva ha detto...

Guarda, ho il cuore a pezzi pure io: sapevo ch'era malato, però sognavo, speravo, avevo fiducia e volevo credere che non sarebbe mai accaduto :-(

mr.Hyde ha detto...

Grazie per questo post. Che peccato.La mancanza di un artista così si sente più di altri.

RA ha detto...

Forse anche lui, come gli altri che ci hanno mollato negli ultimi mesi, sapeva qualcosa che ignoriamo!

enrico brn ha detto...

Un altro dei "nostri" andato, mi spiace un sacco.

Minerva ha detto...

Sto continuando a guardare su youtube sue interviste - era d'una intelligenza e sensibilità eccezionale. Ve le consiglio. Speriamo trovino il modo di fare eco alle sue parole.

Cirano ha detto...

CHE NOSTALGIA!! ANCHE DI QUELLA BOLOGNA!