02/01/14

Buone ispirazioni /2: Sobrietà non significa austerità (José Mujica)





Vi assicuro che non avevo ascoltato questa intervista, e che il mio commento in fondo alle foto sulle case cinesi della settimana scorso era del tutto originale. Per questo sono particolarmente felice e onorata d'aver ora appreso che José "Pepe" Mujica, presidente dell’Uruguay, nell'intervista rilasciata a Riccardo Staglianò per il Venerdì di Repubblica all'inizio di novembre operava la stessa distinzione.
Probabilmente basta essere ancora un po' sensibili e lucidi, mlagrado tutto, per arrivarci...

Cosa ha detto Pepe Mujica? Ha distinto tra sobrietà e austerità, e - con questo - lanciato un j'accuse pesante al sistema di governo dell'Unione Europea e offerto materiale su cui riflettere per le nostre vite quotidiane.
Queste le sue parole, riflettete bene su ogni frase: sono preziosissime.

"La mia idea di vita è la sobrietà. Concetto ben diverso da austerità, termine che avete prostituito in Europa, tagliando tutto e lasciando la gente senza lavoro. Io consumo il necessario ma non accetto lo spreco. Perché quando compro qualcosa non la compro con i soldi, ma con il tempo della mia vita che è servito per guadagnarli.

E il tempo della vita è un bene nei confronti del quale bisogna essere avari. Bisogna conservarlo per le cose che ci piacciono e ci motivano. Questo tempo per se stessi io lo chiamo libertà. E se vuoi essere libero devi essere sobrio nei consumi. L’alternativa è farti schiavizzare dal lavoro per permetterti consumi cospicui, che però ti tolgono il tempo per vivere".

1 commento:

Sole ha detto...

Saggio uomo!