16/04/12

Obey: Make Art Not War

Si chiama Shepard Fairey, ma è divenuto celebre in tutto il mondo con il nome Obey dopo la realizzazione del manifesto di Barak Obama stilizzato in blu e rosso con la scritta HOPE.
Come Banksy anche Obey è un artista politico che lavora a smontare l'immaginario corrente con soluzioni inedite, riempiendo di nuovi significati memi da noi così assorbiti da risultare ormai naturalizzati. Rispetto a Banksy, però, Obey è più glamour e meno performativo, più 'istituzionale' e meno anarcoide.
Il che non ci impedisce d'apprezzare e di lasciarci ispirare anche da lui, comunque ;-)


4 commenti:

Ernest ha detto...

e infatti mi ispira molto!

Cavalier Amaranto ha detto...

http://static.qnm.it/www/fotogallery/645X325/17375/manifesti-elettorali-esempi-trash.jpg

Guarda che riusciamo a produrre noi...

Sintomo di una classe politica.

Il grande ramazzatore Marra deve far sapere che è un vero maschio.

Humani Instrumenta Victus ha detto...

Immagini forse politicamente un po' troppo "agnostiche", ma molto belle.

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

lui sì che ha stile. anzi style :)