22/02/12

Suggerimento delirante (ma democratico) per la riforma elettorale






Ne butto lì pure una io, eh?, proprio come i soliti miei 2 cent di surrealtà quotidiana... 


Premessa: sarò pure una cialtrona, ma secondo me in una *vera* democrazia - concetto che per me rimane una favoletta per di più qui inesistente già per varie ragioni - dovrebbero essere rappresentati tutti coloro che vanno a votare, cosa che ora come ora non accade.



Mi spiego. Se riconosco le istituzioni e il sistema rappresentativo, quindi vado a votare, ma poi non ritengo vi sia nessuno che meriti la mia delega a rappresentarmi, e quindi voto scheda bianca o nulla, secondo me sarebbe cosa giusta che questo mio non avere avuto alcun candidato credibile/votabile/delegabile venisse rappresentato in Parlamento assegnando proporzionalmente al numero delle schede bianche/nulle posti vuoti a fianco di coloro che invece sono stati reputati degni del voto da parte di altri elettori.

In primis, appunto, ciò sarebbe più democratico.

Poi obbligherebbe le varie parti a essere sempre pienamente d'accordo per trovare il numero legale per compiere qualsiasi atto, visto che con le percentuali attuali delle schede bianche/nulle non è detto che gli altri partiti raggiungerebbero sempre il 50%+1.
Tal sistema farebbe sì che avremmo negoziazioni *vere* in cui tutti cedono qualcosa di ciò che vorrebbero in realtà spuntare - con l'effetto secondario che tutta la cittadinanza potrebbe godere di una sorta di 'limitazione del danno'.

Se infine, invece, dalle votazioni, i rappresentanti inesistenti (= i posti vuoti) fossero il 50%+1, ciò significherebbe non poter addirittura mai arrivare al numero legale, ergo, coerentemente, si dovrebbero sciogliere le camere, ché la maggioranza degli italiani avrebbe scelto l'anarchia (anche se in modo magari involontario e di certo molto poco ortodosso, giacché votare, ovvero riconoscere un sistema di rappresentanza vieppiù all'interno dello stato, per chi è anarchico è ovviamente una contraddizione in termini).

Non potevate realmente aspettarvi una pensata seria...

2 commenti:

Luca Massaro ha detto...

Il problema, invece, è ch'è troppo seria e argomentata, troppo "ragionevole" per esser presa in considerazione da coloro (tutti) che sono stati eletti col porcellum

gattonero ha detto...

Al punto in cui siamo, sarebbe l'ultima possibilità per suonare le campane a tutta la nostra classe politica: un 50+1% di cittadini che dessero un voto bianco sarebbe un invito esplicito a togliersi di mezzo, andare tutti a casa, e ricominciare da zero.
Oggi, in vista dell'ennesima porcellonata, le campane suonano. A morto.
Ciao, e complimenti per una dissertazione fuori dal comune.