13/12/11

Kαλός και αγαθός (και ερωτικός!) | Bello e buono (ed erotico!)

Non sono impazzita, bensì mi continuava a girare in mente il pensiero greco dell'identità tra bello e buono. Per come la vedo io, la mia concezione di ciò che è bello - e di norma come tale lontano dagli stereotipi comuni con cui si designa tale qualcuno o qualcosa - identifica sempre qualcosa che è anche 'buono e sano' e in ultima battuta pure 'erotico'.

Tipo: il melograno mi fa impazzire, sia come consistenza quando ancora frutto chiuso con la buccia così come aperto nei suoi grani croccanti, sia come sapore - per non parlare dei pasticci immondi che combino ogni volta che lo devo sgranare e che mi cola lungo le braccia mentre cerco di avere la meglio su di lui...



Se invece dopo la doccia mi spalmo il corpo di crema di cocco o di mandorle, mi sento bella come una dea e mi viene voglia di mangiarmi e sventrarmi come una quaglietta da sola ;-)



Infine certi vini rossi fanno sì buon sangue, ma hanno vieppiù un sapore così morbido, rotondo e pieno che possono portarti a vette di piacere fisico (ahem, sì, quello...) senza neppur aver bisogno di fare alcunché, tranne sorseggiarne un bicchiere (guarda, mamma, senza mani!!)...

E voi, che cosa ritenete essere contemporaneamente bello, buono ed erotico? :-)

11 commenti:

mr.Hyde ha detto...

raffinatissimo ed invitante il tuo post...
Non riesco a non prescindere dal cibo, quando si parla di bello, buono, erotico…Ciò premesso ti dico: frutti di mare crudi, dai ricci alle ostriche ai fasolari ai cannolicchi etc ..belli anche da vedere, e sentirne il profumo di mare; Cartizze di Valdobbiadene o Vermentino di Alghero (Aragosta) , dessert alla mandorla tostata con una colata calda di cioccolato nero sopra…
..ecco: se il tutto fosse consumato nelle giuste quantità, sarebbe un tranquillo percorso verso il trionfo dell’eros! Tuttavia è la “quantità” che molto spesso (nel mio caso ) devia il percorso verso un incubo!!

Blackswan ha detto...

la doccia dopo avere fatto sport ( bello ),un bicchiere di sforzato,sdraiato sul divano in penombra e miles davis in sottofondo ( buono ) e quando azzecco una mossa tattica che fa vincere la partita alla mia squadra ( puro orgasmo ).

Mauro ha detto...

I tortini di cioccolato dal cuore morbido appena sfornati, e magari un bicchiere di estathè

Sull'Amaca ha detto...

Miele.

Lucien ha detto...

Vini rossi senza dubbio, ma anche l'irish coffee con il whisky torbato che ci facciamo in casa: è una libidine

Nella frutta, l'anguria mangiata selvaggiamente.

Minerva Jones ha detto...

@ mr.Hyde: la quantità è iportante! moderazione, ci vuole! ;-) [amo il profumo del mare anch'io, e tutto ciò che me lo ricorda]

@ Blackswan: :-DDD

@ Mauro: un bicchiere di estathè? uh, siamo per cose semplicissime! bello! :-)

@ Sull'Amaca: come darti torto? (e pensa che proprio stasera ho cucinato ricetta mediorientale di pollo con miele, spezie e frutta secca, una delizia!)

@ Lucien: quasi quasi mi vien voglia di fare una capatina da voi in stagione invernale... ;-) io cucino, voi mettete le bevande e la musica, ci stai? :-D

Alligatore ha detto...

Il vino rosso, e hai ragione da vendere, è un piacere fisico senza avere bisogno di fare alcunché, basta berlo dopo averlo annusato (ma senza troppe moine da intenditori). Sicuramente il cibo è erotico, e mi fai venire in mente un film immenso, che "dice" questo: "Io sono l'amore" di Luca Guadagnino. Adoro pure io aprire il melograno, e "pelarlo" a dovere. Trovo che sia una vera e propria esperienza zen (ottimo con lo yogurt al malto). Ma il cocco è il massimo dell'erotismo in cucina: la sua forma tondeggiante, la difficoltà nell'aprirlo, il suo gusto dolce ma non troppo il profumo, sì ... calore puro.

Minerva Jones ha detto...

E su fb, Franco Cesare Puntosetteperiodico mi scrive:
"guardare negli occhi il ns partner mentre mangiamo è rivoluzionario
è la rivolta contro il cibo mordi e fuggi che mortifica sentimenti e sapori
sia il tempo del cibo che quello dell'amore sono residuali. siamo figli del last minute. anche la sessualità è usa e getta. sesso interinale.
ci sono segnali di cambiamento, la ricerca di relazioni meno frettolose ed episodiche, di sapori veri. intanto ci siamo lasciati alle spalle i farfalloni al salmone che impazzavano negli anni ottanta, quelli dell'italia da bere. si stanno riscoprendo i piatti della tradizione mediterranea.
se mangiar bene è rivoluzionario, mangiar bene e slow, guardandosi negli occhi è atto d'amore e sublime piacere. perchè allora capisci chi sei e cosa provi per chi hai davanti.
cit. m.n."

Bellissimo anche questo, non trovate? :-)

Minerva Jones ha detto...

@ Alligatore: buon per te che sei lontano, altrimenti... ;-)))

Ginevra ha detto...

Profitteroles, con una quantità smodata di cioccolato e panna, da mangiare rigorosamente con le mani. :-)
Tutte le attenzioni e le cure dedicate al nostro corpo, trovo, siano erotiche: un bagno profumato agli agrumi, con sentore di vaniglia e, poi, un massaggio con una crema morbida che avvolge i sensi.
Mannaggia, quanto invidio, da astemia, chi beve vino! E' eroticissimo non solo berlo, nel bicchiere apposito, ma anche andare a comprarlo, sceglierlo, scoprirne le caratteristiche per abbinarlo alla pietanza giusta, momenti che si frappongono al piacere di degustarlo, enfatizzandone il desiderio. Che devo fare io con la coca???? :-DD

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Un bel binomio il cibo con l'eros.
Salutoni a presto.