12/10/11

Voce, lingue straniere, abilità performative: io mi perdo...

Avendo ultimamente amici che lavorano in radio, nonché essendomi imbattuta di recente in un giovine dalla voce di Nick Cave - che credo sia la più bella che abbia mai sentito nella vita - una volta di più mi sono chiesta quale sia il ruolo della stessa nel desiderio e nell'eccitazione sessuale. Perché ormai è pacifico che la voce calda con accetto romano mi fa impazzire - è quanto di più sexy io possa immaginare - ma anche il sentire voci straniere, ancorché eventualmente impostate, può rappresentare per me fonte di indubbia eccitazione. Insomma, sono un po' come Jamie Lee Curtis in questa scena:



E per voi, tra voce e desiderio c'è un nesso? Quali voci vi attraggono, quali vi respingono?

8 commenti:

ganfione ha detto...

fai certe domande... personalmente, più la voce femminile è profonda, più la trovo sensuale; ma preferisco quando non perde di morbidezza: le voci alla carta vetrata mi sanno sguaiate. alcuni accenti regionali mi attizzano, altri mi ammosciano irrimediabilmente; un tono strascicato e indolente raggiunge sempre il mio bersaglio. una volta avevo un'amante che aveva la strascicatezza insita nell'accento (diciamo quasi romagnolo). mentre facevamo l'amore, all'improvviso la sua voce scese decisamente di tono. fu come accendere una miccia. corta.

Minerva Jones ha detto...

Sì, sì, vero!, anche a me è capitato - mentre facevamo l'amore - di sentire la voce calda del mio amante sussurrarmi qualcosa in un momento in cui m'ero già persa, ed è stata l'esplosione definitiva!
Liguri, toscani e romani, ecco - tre cadenze che mi rimbambiscono :-P

Mauro ha detto...

confermo che l'accento fa quell'effetto lì... ^_^

Humani Instrumenta Victus ha detto...

La voce di Carmen Lasorella...mmmh!... :-P Chissà che fine ha fatto.

Minerva Jones ha detto...

@ Mauro: quale accento in particolare ti fa quell'effetto? :-)

@ HIV: t'accontenti di poco, eh? io ho una voce che chi lavora in teatro o nel mondo della musica definisce potenzialmente molto versatile - accidenti, un altro campo da esplorare! questa vita è troppo piena di stimoli!!! :-D

Ernest ha detto...

la voce è davvero importante, è un suono che accompagna.

Cawarfidae ha detto...

più che altro è una conditio sine qua non: se lei ha una voce sgradevole, non c'è trippa per gatti.

Minerva Jones ha detto...

@ Ernest: eh sì.

@ Cawarfidae: anche io la pensavo così, ma c'è chi apprezza voci che io definirei sgradevoli. Credo che sia ancora più rilevante l'intonazione e il modo di parlare. Tollero voci molto acute, per esempio, ma mai sopporterei voci femminili lagnose: quelle proprio le classifico molto male dall'inizio anche a livello caratteriale.