20/09/11

Musica intrisa d'eros: Lili Refrain

Lo scorso weekend ho avuto la meravigliosa opportunità di conoscere un'artista - Lili Refrain - che mi ha incantato su diversi livelli, ovvero come compositrice, musicista, cantante, ma anche come persona riflessiva, pacificante, ironica e autoironica, contemporaneamente grintosa e appassionata (io adoro le personalità multiple/complesse/contraddittorie, lo sapete!).

Il suo concerto prevede una Telecaster, una loop station, la voce e dei cartelli (e nel caso di quello cui ho assistito io pure un timpano, essendovene uno disponibile nel luogo in cui ci trovavamo, il Babilonia di Cervo Ligure), con i quali riesce a realizzare una performance musicale caratterizzata da brani editi e improvvisazioni, provocando un effetto coinvolgente, ludico e anche erotico nel pubblico. Non aspettatevi però nulla di perverso, meccanico o esplicito!

Ché Lili incarna l'ideale di performance musicale secondo Minerva, ovvero proprio solo (si fa per dire) una musica e una performance che ammaliano tutti i sensi e tutti i livelli della persona (corpo, anima, mente) - per sollevarci da terra e quindi rigettarci in pieno nel movimento, nei corpi sudati, nei sorrisi reciproci. Qui di seguito due assaggi da altrettanti concerti, mentre altri brani li trovate online sul suo sito, dal quale distribuisce anche i propri CD. Io, però, vi consiglio di cuore d'andare a vederla dal vivo! ;-)
Buon ascolto, e buona visione a voi! :-)






4 commenti:

Sull'Amaca ha detto...

Grazie, non la conoscevo, proverò ad approfondire.Ciao!

Hob03 ha detto...

lei è bravissima, il pezzo che mi hai consigliato è entrato in circolo, ma anche gli altri che sto ascoltando sono molto belli (non per correre, ma per creare casomai "altre situazioni"), una bella scoperta :)

Il campanaro ha detto...

Cara Minerva, forse posso dire di aver vissuto un concerto di Lili Refrain nella maniera più intensa di chiunque altro, infatti dopo i primi pezzi sono caduto letteralmente in stato di trance (non sto scherzando, tutto è durato pochi minuti). Alla fine del concerto ho condiviso l'accaduto con Lili, ci siamo abbracciati ed e stato vivere uno degli attimi più intensi della mia vita.

Minerva ha detto...

Caro campanaro, non dubito della tua esperienza: certe sonorità, certi ritmi, certe 'vibrazioni', possono perfettamente portare a quello stato fisico e mentale! Bene che l'hai vissuto con Lili, una donna profondamente ricettiva e 'accogliente'! :-)