24/12/13

Ho fucking ho.



Bene. E anche quest'anno siamo arrivati al Natale, e di qui il Capodanno e l'anno nuovo. Mai come stavolta sono circondata da persone che stanno male e non potrebbe essere altrimenti sia per una situazione critica generale, in cui stanno sbriciolandosi a una velocità incredibile tutte le precedenti, poche certezze che avevamo e speranze che nutrivamo, sia per l'ipersensibilità che accompagna coloro che mi stanno intorno, di persona o virtualmente.

Che ci volete fare? E' la nostra condanna. E coloro che sentono di più patiscono le feste in modo devastante, un po' perché non si riconoscono nei modelli e nelle false certezze di questa società ridicola, alla deriva e in generale disumana in cui viviamo, un po' perché quando si è veri, lucidi, e si rifiutano facili soluzioni 'anestetizzanti' (dalle droghe alla religione, dai farmaci allo shopping, dal sesso compulsivo al matrimonio ecc.) ci si ritrova soli. 

Non vi starò a chiedere i vostri buoni propositi per l'anno che verrà, né vi inviterò a riconsiderare le vostre esistenze affinché annoverino le cose che realmente considerate importanti e rinuncino a quelle non essenziali (atto che è rivoluzionario per noi stessi, ma anche verso il contesto in cui viviamo).

Quindi sapete che vi dico? Che vorrei sapervi STARE BENE. Bene sul serio. Come pare a voi. Con le vostre follie, i vostri estremismi, la vostra sincerità.
Vorrei sapervi appassionati e luminosi. Questo vi auguro.
Che tutto il dolore, la paura, lo smarrimento, l'inadeguatezza, il disallineamento che avete dentro troviate un modo di buttarli fuori e magari esplodano in bellezza e poesia - ché a questo mondo ce n'è bisogno, e ne abbiamo bisogno noi, vostri simili.
 
Un abbraccio.
Vostra

Minerva

4 commenti:

ATuinsSir ha detto...

Grazie e buon natale, o in alternativa buone feste.. o quantomeno un paio di giorni di riposo decenti :) E auguriamoci di riuscire a costruirci un 2014 migliore del 2013.

kermitilrospo ha detto...

buon natale.... qualsiasi cosa esso significhi per te!

Cri ha detto...

Questa cosa che hai scritto la legge solo ora, e mi tocca il cuore.
E' l'augurio più bello, più caro, più umano, più giusto che ho ricevuto da quando sono nata.
Buone feste, Minerva. Per tutte le feste che vivrai, ogni giorno, in piccoli momenti esistenziali nascosti negli interstizi della vita come in una miniera di diamanti. :*

Cri ha detto...

"leggo"! La commozione mi obnubila la visuale della tastiera :D :D :D