02/07/12

Il piacere dell'hammam


Stanze umide, a diverse temperature. Donne che raccolgono nel secchio, dal rubinetto in rame, acqua fresca che si rovesciano lentamente addosso per combattere il caldo e la sudorazione.
Corpi cosparsi d'olio che sulla pelle diventa emulsione prima della profonda pulizia. La doccia.
Il massaggio con creme profumate ai fiori (glicine, o papavero, o agrumi) mentre bevo tè alla menta o latte di mandorle.


E se non c'è nessuno intorno ho sicuramente già indugiato con le dita sul profilo e dentro il mio corpo ;-)

10 commenti:

Hob ha detto...

che lussuria...e che goduria, le donne arabe ne sanno più di noi...

Ginevra ha detto...

Ohhh... anch'io!!! ;)

Cri ha detto...

Sarà il caldo che induce alla lussuria, ma sono proprio in sintonia col post :P

AlmaCattleya ha detto...

Per quanto riguarda il piacere c'è molto da imparare da questi rituali.
Desidero anch'io di andarci. Facciamo tutte assieme una bella scampagnata?
XDD

Minerva ha detto...

@Hob: lussuria... sembra quasi una cosa peccaminosa. No, no: io parlo proprio solo di profondo piacere ;-)))

@Ginevra: anche tu cosa, monella? ;-)

@Cri: non sono io nella foto, eh? felice però che senti questa sintonia...

@Alma: eh, una scampagnata tutte insieme e poi sai che imbarazzo (o al contrario delirio: cielo, che paura!)!

Mauro ha detto...

Siete meravigliose

Minerva ha detto...

Ti piacciono le donne piene di desiderio, eh, mio caro? ;-)

gattonero ha detto...

Un fresco bollente, direi. La donna in cui il cosiddetto punto G gioca a nascondino, dentro ogni poro e dietro ogni pelo. Tutti lo cercano, nessuno lo trova, quando basterebbe il polpastrello di un indice per trovarlo: ovunque nel suo corpo sfiora e si sofferma, lì è il punto G.
Ciao, ok per il latte di mandorla, ma ben ghiacciato.

Minerva ha detto...

@gattonero: ci sono volte in cui tu mi piaci un po' troppo, amico mio ;)

Ernest ha detto...

bollente e non per il caldo!
:)