04/09/11

Hipstamatic Sex 2

... ovvero: Minerva vuole il vostro sorriso - in questa prima domenica di settembre che potrebbe vederci cupi causa ripresa dell'attività lavorativa - con immagini rubate all'amico di Hipstamatic Sex nella speranza ch'esse restituiscano al vostro palato il desiderio di piaceri saporiti e profondi, che invero possiamo sperimentare nella nostra vita quotidiana.
Rifatevi gli occhi, è tutto alla nostra portata! ;-)



9 commenti:

Humani Instrumenta Victus ha detto...

Non sono esattamente gli occhi ciò che vorrei rifarmi, ma comunque...
:)

Minerva Jones ha detto...

Ahem, ok... Buona domenica, và ;-)

Humani Instrumenta Victus ha detto...

Scusa Minerva, ma sinceramente a me queste foto sembrano delle furbate. Anche la pubblicità lavora così.

Minerva Jones ha detto...

Sai, forse hai ragione: è molto difficile ormai distinguere tra ciò che è vero/immediato e ciò che è costruito a tavolino.
E ciò accade anche nella propria autorappresentazione fotografica, ma è proprio pensando alle immagini che io realizzo di me stessa, quando gioco con la fotografia, che ho scelto queste, ovvero sulla sensazione (appunto magari falsa) che fossero spontanee come quelle che vengono fuori quando mi fotografo - non essendo una professionista ma solo una persona qualunque che vuole fissare un momento di sé per le più svariate ragioni.
A me piacciono in pratica le immagini 'sbagliate', e se poi queste sono intenzionalmente costruite nel loro errore (e può molto essere che di fatto sia così) peggio per fotografo e modella: si perdono molto - si perdono la realtà e la spontaneità che io, invece, nelle mie vivo :-)

Humani Instrumenta Victus ha detto...

Penso che la verità del prodotto artistico sia per forza mediata dall’attività umana. L’opera è un artificio, del resto. Più che altro è questa estetizzazione dei corpi che mi lascia perplesso.

Minerva Jones ha detto...

Concordo per la prima parte. Rispetto alla seconda mi viene da chiederti (proprio per curiosità, non è una provocazione, sia chiaro) che cosa intendi per "estetizzazione dei corpi". Ti riferisci alla loro messa in scena attraverso strategie tali da renderli 'belli'? Ché in tal caso si aprirebbe una mega-discussione sul concetto di bellezza, questione spinosissima :-)

Humani Instrumenta Victus ha detto...

Hai detto bene! E' proprio la messa in scena a irritarmi, perché dispone a un rapporto contemplativo, un po' fasullo, estetizzante in questo senso. Mi colpisce invece favorevolmente l'oscenità (cioè il fuori-scena)dei corpi, come appare per esempio nella pittura di Francis Bacon.

GIO...ILLUSION ha detto...

palato soddisfatto....

Minerva Jones ha detto...

Ottimo. Tra l'altro sono tornata, ci si sente poi in privato. Bacio, mio caro.