20/04/11

Hipstamatic Sex

Il sito d'un amico - Hipstamatic Sex - raccoglie immagini a tema realizzate con le applicazioni hipstamatic, instagram e lolomomo. L'introduzione dell'effetto anticato tipico dei queste applicazioni, così come il riquadro che da rettangolare torna al quadrato dona alle immagini un fascino particolare, non trovate?
Ve ne ho selezionate alcune che mi piacciono particolarmente, ma essendovene ormai già più di 500 ivi caricate vi consiglio di prendervi il vostro tempo e fare un lungo giro per la delizia dei vostri occhi. In quanto a me... penso che mi dedicherò alla fotografia nel prossima paio di settimane... ;-)

 












18 commenti:

Sull'Amaca ha detto...

I programmi citati sono per gli aggeggi della mela?

Minerva Jones ha detto...

Yes :-)

ganfione ha detto...

cazzo (non ho altro commento, scusa).

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

ci piace!

Minerva Jones ha detto...

Verifico nei vostri commenti questa dissociazione fisica per cui mi sembrerebbe quasi che stiano parlando in contemporanea due parti diverse del vostro corpo :-D

Cirano ha detto...

direi d'autore complimenti faccio un giro su hipstamatic....

Inneres Auge ha detto...

Orco boia! La quarta ha un angolo di inclinazione pazzesco...

oceano ha detto...

ma sei tu nelle foto?
sei bellissima

Minerva Jones ha detto...

@ oceano: no, sono tutti soggetti diversi e io non sono nessuno di questi (come ho scritto in altra occasione, tendo a non farmi foto né le metterei mai online se non per ragioni molto ben motivate - come quando parlo della 'schiavitù della taglia 42').
Queste immagini le ho prese dal sito che indico all'inizio di questo post, di proprietà di un mio amico :-) Sono interessantissime, e non solo per il soggetto (o almeno, per me quello passa decisamente in secondo piano).

oceano ha detto...

ma perché solo donne?
gli uomini non sono sensuali ed erotici?
per me sì

Minerva Jones ha detto...

@ oceano: ci sono circa 600 immagini a tutt'oggi in quel sito, io ne ho scelte alcune per questo post tra quelle che per inquadratura, contrasto, colore mi hanno colpito. Il soggetto mi interessa meno, come ti ho già detto, ragion per cui qui come soggetti ci sono donne, coppie, dettagli - quello che capita.
Personalmente poi non provo attrazione al vedere un corpo maschile nudo (ne parlavo già in un altro post su "guardare e/è desiderare"), a meno che non sia l'uomo col quale mi accompagni: l'attrazione per me passa per altri canali che non quello visivo.
Quindi sì: gli uomini sono parimenti sensuali ed erotici. Ma no: non mi dice nulla guardarne uno qualunque nudo e non è ciò che mi interessi sottolineare ocn questo post.
Però se tu ne sei attratta, il sito cui rimando ha pure molti nudi maschili ;-)

oceano ha detto...

ho detto nudo?

Minerva Jones ha detto...

@ oceano: no, l'ho desunto dal fatto che qui vi sono in gran parte fotografie di nudi maschili e femminili. Chiedo venia se ho interpretato male :-) La sostanza di ciò che ho scritto in merito alle ragioni della mia scelta di queste immagini non cambia. Ciao :-)

Marco ha detto...

come fotografo, benchè dilettante, devo dirti che molte di queste immagini sono niente male, tecnicamente apprezzabili ma mi lasciano poche emozioni. tutte le apps dedicate al digitale, come le foto fatte con le Lomo o le Holga - o in passato il viraggio al seppia - determinano così tanto il "taglio" dell'immagine da avere il sopravvento sul soggetto. La donna o l'uomo, ritratti in un momento di alta tensione emotiva od erotica perdono così di individualità, di presenza, in qualche modo di afferamzione di sè. non resta che un gesto, a scapito di un individuo. ho scattato pochissimi nudi, anche perchè tema scivolosissimo, ma quei pochi li preferisco con un forte senso di presenza, di affermazione del corpo, della sua plasticità e delle sue tinte (è molto autoreferenziale, ma vedi qui - http://www.flickr.com/photos/marcomanifesto/4695790144/in/set-72157624263609022)

Minerva Jones ha detto...

Sì, ho capito cosa vuoi dire. Mettiamola in questi termini: nel caso delle tue immagini, c'è una componente anche documentaria rispetto a un evento cui tu stesso, come fotografo, hai partecipato. Un equilibrio di individui (soggetti/contenuti) e forma espressiva.
Nelle immagini che ho scelto io c'è una relativa 'facilità' di elaborazione delle stesse dovuta alle applicazioni che non possono non dare loro una serie di effetti per cui la foto ci appare 'bella' (perché 'entra in risonanza' in noi con una certa tradizione rappresentativa che, come facevi notare, ci appartiene storicamente), ma si perde il soggetto (che era ciò che facevo notare io dicendo appunto che del soggetto mi interessa poco nelle immagini che ho scelto).
E hai ragione: in me probabilmente ciò che è accaduto è che oltre alla forma che ho sentito vicina - per quanto sia facile da costruire e si riferisca a un immaginario proprio della mia tradizione visiva - ciò che è 'entrato in risonanza' con me a livello di soggetto è stato proprio il gesto o il dettaglio spogliato dalla persona. Per questo le sento così belle e intense, e a me invece lasciamo emozioni forti.

Marco ha detto...

giustissimo, d'altronde non c'è scritto da nessuna parte che bisogna fotografare solo persone o solo gesti. a me il corpo piace plastico (Weston, Man Ray, per certe cose anche Mapplethorpe e Dahmane) ma fortunatamente c'è spazio anche per chi apprezza Araki o l'estremo tragico di Francesca Woodman. comunque, per me il miglior nudo (che non è quasi un nudo) è questo http://tmp.acp.org.au/archives/2004/img/keeler.jpg

Minerva Jones ha detto...

Allora la questione è proprio che abbiamo un immaginario completamente diverso io e te! :-D
Io adoro Araki, e non solo le foto erotiche o pornografiche che dir si vogliano: proprio *tutto* Araki, quello degli scorci urbani, dei dettagli di casa, dei fiori, e del cibo per la moglie che stava morendo.

Marco ha detto...

aspetta aspetta! l'Araki "urbano" è meraviglioso, e pure quello smaccatamente pornografico ha molto da dire. lo portavo solo come esempio di autore che nobilita il gesto rispetto alla plasticità del corpo. Se è per questo io trovo incantevole anche la Woodman, anche se non è il mio stile, con quei corpi, il suo corpo, così diafani ed immateriali. Quello che li fa grandi è anche l'aver scattato foto con tecniche normalissime, senza holga o lomo o similia.